Conferenza nazionale federalismo 2017 – 26 e 27 ottobre 2017, Montreux
Presentazione
Dibattito
Presa di posizione
Tavola rotonda
Filmato

Giovedì 26 ottobre 2017

t1: 700 anni di federalismo: e ora?

09h30 – 09h45 Benvenuti
Filmato Filmato
09h45 – 10h00 Presa di posizione Sono giovane. Mi concerne.
10h00 – 10h10 Presentazione 700 anni di federalismo in movimento
10h10 – 10h20 Presa di posizione 700 anni di federalismo: e ora?
10h20 – 10h30 Presentazione Si può misurare l’erosione del federalismo?

Scopo del modulo

Questo modulo introduttivo ha lo scopo di gettare le basi del dibattito posizionando il federalismo nel tempo: in 10 minuti si vuole passare in rassegna la creazione del federalismo svizzero sull’arco di 700 anni di storia e identificare le prospettive di evoluzione alla luce dei cambiamenti sociali endogeni e esogeni. Esso permetterà altresì di stilare un bilancio fattuale dell’evoluzione del federalismo ricorrendo ad un monitoraggio del federalismo, presentato poi all’opinione delle giovani leve politiche.

Contesto

Nel corso degli anni, un delicato equilibrio è stato elaborato con pazienza ed è sfociato in un federalismo di collaborazione che vede una spartizione dei compiti fra Confederazione e Stati federali. Da una trentina d’anni, tuttavia, sembrerebbe che il federalismo venga sempre più messo in questione. Se il federalismo si è evoluto nel corso dei secoli in funzione di eventi maggiori e spesso esogeni, quali sono le sfide odierne e le pressioni a cui deve far fronte e adattarsi? L’integrazione degli stranieri, l’apprendimento delle lingue nazionali, la sicurezza, il piano di sviluppo del territorio, la cura degli anziani sono alcuni esempi di temi delicati che mettono i cantoni e la Confederazione sotto forte pressione. Per rispondere a queste sfide, alle pressioni mediatiche e popolari che suscitano, spesso si ricorre ad un’uniformazione delle norme e alla centralizzazione delle competenze. Il federalismo sopravviverà? I cantoni rischiano di diventare semplici organi esecutori o prefetture della Confederazione? Sapranno organizzarsi per assumere i loro compiti e salvaguardare le loro prerogative?

9h30 – 9h45 Benvenuti

Apertura della conferenza

9h45 – 10h00 Sono giovane. Mi concerne.

Carta bianca : Sono giovani e s’impegnano a favore della collettività. Come percepiscono il federalismo? Vi si sentono attaccati e perché?

10h00 – 10h10 700 anni di federalismo in movimento

Presentazione :Qual è stata l’evoluzione delle Svizzera federalista? Quali sono gli eventi principali che hanno portato il federalismo a ripensarsi, ad evolvere, ad adattarsi? Rievocazione delle svolte storiche nell’organizzazione delle competenze.

10h10 – 10h20 700 ani di federalismo: e ora?

Presa di posizione : Il sistema federale svizzero si trova nel mezzo di una svolta storica? Quali sono le cause e i sintomi?

10h20 – 10h30 Si può misurare l’erosione del federalismo?

Monitoraggio :I cantoni valutano regolarmente lo stato di salute del federalismo. Cosa rivelano questi indicatori?

t2: Sfide globali, terreno per la centralizzazione?

10h35 – 10h50 Presentazione Le sfide globali sopprimeranno il federalismo?
10h50 – 11h10 Dibattito I cantoni sono veramente sconcertati dalle sfide globali?
15h30 – 17h00 Tavola rotonda Sfide globali, terreno per la centralizzazione?

Scopo del modulo

Le sfide globali, le cui origini e gli effetti sono difficilmente controllabili da parte dei cantoni o addirittura della Confederazione, mettono le strutture federaliste sotto pressione. Studiare le forze centralizzatrici, valutare la capacità dei cantoni di organizzarsi e perfino di coordinare le proprie azioni nelle diverse arene per rispondere alle sfide dei problemi globali e quindi evitare le soluzioni centralizzatrici.

Contesto

Numerosi punti figuranti all’ordine del giorno dei governi sono legati a fenomeni economici, climatici o numerici o alla sicurezza pubblica, sono influenzati dalle evoluzioni internazionali e sono spesso impregnate di una forte carica emotiva. Per poter affrontare e lottare contro la centralizzazione che questi dossier tendono a provocare, i cantoni hanno sviluppato nuove forme di collaborazione. Ne risulta una rete molto fitta di relazioni fra i diversi livelli statali: concordati intercantonali, conferenze specialistiche, conferenze governamentali regionali e nazionali, dialogo confederale e nuovi spazi di collaborazione ecc. La capacità dei cantoni di resistere alle forze centralizzatrici (Parlamento, Amministazione ecc.) è davvero rafforzata? Oppure paradossalmente è resa fragile dalla volontà dei cantoni di esprimersi con un’unica e medesima voce? Forse questo andamento causerà un’estrema complessificazione che finirà per soffocare il federalismo e condurre ad una semplificazione mediante centralizzazione? Queste nuove forme di collaborazione possono per natura rispondere alle sfide quali l’immigrazione e l’integrazione?

10h35 – 10h50 Le sfide globali sopprimeranno il federalismo ?
Presentazione

  • I cantoni hanno le competenze e gli strumenti per affrontare i problemi complessi e globalizzati?
  • I cantoni dispongono delle arene necessarie per coordinare efficacemente le loro azioni? Occorre prevedere nuovi dispositivi per rinforzare la loro capacità di agire?
  • Occorre rivedere interamente la ripartizione dei compiti?

10h50 – 11h10 I cantoni sono veramente sconcerti dalle sfidge globali?
Dibattito :Diritto di risposta, analisi e punti di vista di ministri cantonali

15h30 – 17h00 Sfide globali, terreno per la centralizzazione?
Tavola rotonda

  • Quali sono queste sfide globali, capaci forse di scombussolare la ripartizione delle competenze?
  • Come affrontano i cantoni questi problemi? Sono indifferenti di fronte a queste sfide?
  • Le disuguaglianze fra i cantoni sono un’incentivazione per le soluzioni centralizzate? Con il loro consenso?
  • Le grandi sfide sono una minaccia per l’autonomia degli Stati cantonali?
  • Le Conferenze intercantonali rafforzano la posizione dei cantoni? A scapito dei particolarismi e della diversità?

t3: Cantone-comune, un concetto obsoleto?

Filmato Filmato
11h25 – 11h40 Presentazione Il modello a tre livelli è passato di moda?
11h40 – 12h00 Dibattito Un statuto speciale per le città per dinamizzare il federalismo?
12h00 – 12h05 Presentazione Le carriere politiche nascono ancora nei comuni?
12h05 – 12h10 Presa di posizione Perché m’impegno per il mio comune?
15h30 – 17h00 Tavola rotonda Cantone-comune, un concetto obsoleto?

Scopo del modulo

Interrogarsi sul futuro e sul ruolo dei comuni nel sistema federale. Valutare l’impatto dell’evoluzione societale, e specialmente della mobilità, sull’organizzazione dei comuni, sulla loro funzione e sulle loro relazioni con i cantoni. Le convenzioni e le fusioni hanno raggiunto i propri limiti? L’emergenza delle nuove forme di collaborazione (strutture di agglomerazione o metropolitane) tendono a farlo credere per quanto riguarda gli spazi più urbanizzati. Le nuove forme di collaborazione permetteranno ai comuni di rispondere alle aspettative dei cittadini e alle esigenze legate alle loro competenze? Sono in grado di suscitare delle vocazioni politiche e di attirare del personale sufficientemente competente per assumere lavori complessi? Oppure condurranno infine alla creazione di due categorie di comuni? E se da questo processo dovesse emergere una nuova classe istituzionale, sostituirebbe i comuni? O i cantoni?

Contesto

L’evoluzione dei modi di vivere fa sì che i confini istituzionali non corrispondano più necessariamente agli spazi di vita. Vi si aggiunge un aumento delle norme e una complessificazione dei compiti che impediscono alla maggioranza dei comuni di affrontarli autonomamente, senza coordinare o collaborare con i comuni vicini. Di fronte all’ampiezza e alla complessità dei compiti – in particolare quelli esecutivi – i comuni, e perfino i cantoni, non sono uguali fra loro. Le città, organizzate come agglomerazioni o anche come metropoli, vogliono disporre di uno statuto speciale. Questa distinzione va a scapito dei cantoni? Il modello a tre livelli è passato di moda?

11h25 – 11h40 Il modello a tre livelli è passato di moda ?
Presentazione

  • Occorre veramente riorganizzare lo spazio e i confini istituzionali?
  • I comuni più grandi dovrebbero avere uno statuto speciale?
  • In fase di definizione delle politiche pubbliche, qual è il peso e l’influsso delle città?
  • Le strutture metropolitane sostituiranno i comuni o addirittura i cantoni?

11h40 – 12h00 Uno statuto speciale per le città per dinamizzare il federalismo ?
Dibattito :Diritto di risposta, analisi e punti di vista di eletti comunali e cantonal.

12h00 – 12h05 Le carriere politiche nascono ancora nei comuni?
Studio : Stato attuale dei profili politici e dei percorsi atipici

12h05 – 12h10 Perché m’impegno per il mio comune?

Presa di pozione: Un giovane eletto racconta del suo impegno a livello comunal.

Tavola rotonda

  • Come si sono evoluti i profili/percorsi degli eletti cantonali e federali e con quale incidenza?
  • Occorre attribuire competenze diverse ai comuni in funzione della loro grandezza e delle loro risorse? Un nuovo statuto riconosciuto dalla Confederazione per le città e per le regioni? È auspicabile un’evoluzione tale?
  • L’emergere di centri urbani e metropoli svuoterà l’istituzione comunale della sua sostanza o le sue nuove strutture finiranno per rendere obsoleti i cantoni?
  • Queste nuove dinamiche minacciano l’equilibrio federale?

t4: La Svizzera fra i primi paesi più competitivi, grazie a o malgrado il federalismo?

14h00 – 14h20 Presentazione Sussidiarità, prossimità, laboratori concorrenti: gli ingredienti del successo economico?
14h20 – 14h30 Presa di posizione Competitività e federalismo: due destini legati?
14h30 – 14h50 Dibattito La centralizzazione premonitrice della fine della competitività svizzera?
Filmato Filmato
15h30 – 17h00 Tavola rotonda La Svizzera fra i primi paesi più competitivi, grazie a o malgrado il federalismo?

Scopo del modulo

Mettere in luce i vantaggi e gli inconvenienti del federalismo per la competitività della Svizzera. Valutare in cosa i microstati cantonali siano meglio capaci di rispondere alle aspettative delle imprese e di creare delle condizioni quadro propizie alla creazione di posti di lavoro. Oppure al contrario, in cosa il federalismo potrebbe rivelarsi un freno alla competitività globale della piazza economica svizzera.

Contesto

La Svizzera sembra essere abbonata ai vertici dei principali rapporti annuali sulla competitività economica. È il Paese più competitivo al mondo secondo il World Economic Forum, il quarto secondo la classifica dell’International Institute for Management Development (IMD). La Svizzera ha resistito bene alla crisi e presenta un tasso di disoccupazione che fa invidia ai suoi vicini. Come spiegare la riuscita del modello svizzero? Se non esiste una ricetta unica, il legame stretto fra la politica e i cittadini, la strutturazione dal basso verso l’alto, la diversità dei cantoni e la concorrenza intercantonale che costringe continuamente le autorità a trattare i problemi reali e a trovare soluzioni razionali, la politica di milizia che radica la politica nella vita reale, e infine il modo in cui il potere è decentralizzato sono spesso i primi ingredienti usati per spiegare questa riuscita. Si può concludere che il federalismo sia un elemento determinante della capacità di resistenza alle crisi di cui il Paese dà prova? E se questo è il caso, la tendenza alla centralizzazione e l’evoluzione delle pratiche fiscali annunciano forse la fine dell’eccezione svizzera? 

14h00 – 14h20 Sussidiarità, prossimità, laboratori concorrenti: gli ingredienti del successo economico ?
Studio : Uno studio scientifico misura i vantaggi e gli inconvenienti del federalismo sul mercato del lavoro, sulla capacità innovativa e infine sulla competitività della piazza economica svizzera.

14h20 – 14h30 Competitività e federalismo: due destini legati?

Analisi

  • Quali sono i principali ingredienti del successo economico della Svizzera?
  • Quali sono i fattori a rischio per la competitività economica svizzera?
  • Quali tendenze si osservano?

14h30 – 15h00 La centralizzazione è premonitrice della fine della competitività svizzera?
Dibattito :Diritto di risposta, analisi e punti di vista di eletti e di attori economici

15h30 – 17h00 La Svizzera frai i primi paesi più competiviti, grazie a o malgrado il federalismo?
Tavola rotonda

  • Per salvaguardare la competitività economica della Svizzera bisogna rinunciare al federalismo?
  • La solidarietà e la concorrenza intercantonali sono gli ingredienti indissociabili di uno stimolo sano?
  • Come salvaguardare la concorrenza fra i microstati cantonali di fronte alla pressione internazionale, in particolare in ambito fiscale?
  • I comuni e i cantoni rivestono ancora il ruolo di laboratori d’idee, consentendo quindi di testare a livello locale o di un microstato il successo o l’inefficacia di una politica economica?

Venerdì 27 ottobre 2017

t5: Siamo solo noi a preoccuparci del futuro del federalismo svizzero?

08h30 – 08h45 Apertura lavori
Filmato Filmato
08h45 – 09h00 Presentazione La popolazione e i decisori sono preoccupati per il federalismo?
09h00 – 09h15 Presa di posizione I giovani parlano ai giovani per promuovere la cultura civica
09h15 – 09h30 Dibattito Come spiegare meglio il federalismo?
09h30 – 10h15 Dibattito Il paesaggio mediatico di domani rivestirà ancora il suo ruolo per la coesione nazionale?
10h30 – 11h20 Presa di posizione Punto di vista dei Cantoni, del Consiglio degli Stati e del Consiglio federale

Scopo del modulo

Analizzare la percezione, la comprensione e il vissuto del federalismo da parte dei cittadini. Paragonare le visioni del federalismo fra il grande pubblico e i leader di opinione mediante un sondaggio rappresentativo. Trarne degli insegnamenti e valutare la necessità di meglio spiegare il federalismo. Valutare le eventuali lacune nell’insegnamento civico. Riflettere sul ruolo dei media tradizionali e di quelli nuovi. Il federalismo continua ad essere un criterio nello schema d’analisi dei giornalisti? Perché il federalismo è meglio promosso all’estero che in casa nostra?

Contesto

Il federalismo viene vissuto nel quotidiano: ma ce ne rendiamo veramente conto? I cittadini preferiscono una vicinanza reale ai decisori politici che eleggono e che possono seguire, stimare come pure approvare o criticare le loro azioni. Sono riconosciuti i vantaggi di questa vicinanza? Qual è il grado di conoscenza dei cittadini della nostra organizzazione politica, come percepiscono il federalismo e i rispettivi particolarismi, sono attaccati a questa forma di potere basata sulla sussidiarità? Considerano il federalismo come un principio astratto, complicato e poco efficace? Devono pertanto essere consentiti degli sforzi per spiegare i meccanismi, i vantaggi e i limiti di questa organizzazione non centralizzata? Qual è la responsabilità dei media riguardo al disinteresse per il federalismo? Occorre insegnarlo meglio, promuoverlo?

8h30 – 8h45 Apertura lavori

8h45 – 9h00 La popolazione e i decisori sono preoccupati per il federalismo?
Studio : Sondaggio rappresentativo presso la popolazione svizzera e i «leader di opinione» sulla loro conoscenza e percezione del federalismo. Messa in prospettiva e analisi.

9h00 – 9h15 I giovani parlano ai giovani per promuovere la cultura civica
Carta bianca :Easyvote promuove la partecipazione dei giovani al dibattito politico. I loro responsabili ne raccontano l’evoluzione e le esperienze fatte.

9h15 – 9h30 Come spiegare meglio il federalismo?
Dibattito : Alcuni eletti indicano delle piste per rendere accessibile e promuovere il federalismo e le sue virtù.

9h30 – 10h15 Il paesaggio mediatico di domani rivestirà ancora il suo ruolo per la coesione nazionale ?
Analisi : Analisi della missione dei media tradizionali e di quelli nuovi per la «convivenza» e la comprensione delle sfide politiche.

10h30 – 11h25 Punto di vista dei cantoni, del consiglio degli stati e del consiglio federale

Discorsi ufficiali :Parola al Capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia, al Presidente del Consiglio degli Stati e al Presidente della Conferenza dei Governi cantonali

t6: Il federalismo visto dagli altri

11h30 – 12h50 Presentazione Il federalismo visto dagli altri
12h50 – 13h00 Chiusura lavori

Scopo del modulo

Accogliere un ospite d’onore straniero. Interessarsi per un modello di organizzazione statale federalista di un altro Paese. Valutare, paragonare, scambiare.

Il contesto e lo scopo del modulo dipenderanno dall’ospite d’onore, dalle sue funzioni e dalle sue origini.

11h30 – 12h50 Il federalismo visto dagli altri
Presentazione : Il contenuto della presentazione dipenderà dall’ospite d’onore, dalle sue funzioni e dalle sue origini.

12h50 – 13h00 Chiusura la vori

Pause, pranzi e serata di gala non menzionati.

Scaricare il PDF